Subito tre milioni di euro per lo stadio Ceravolo

magazine voce ai giovani

La Giunta regionale guidata dal presidente Roberto Occhiuto ha stanziato una prima tranche di finanziamenti per avviare i primi interventi di riqualificazioni necessari per iniziare il Campionato in B

"La promozione dell’Unione Sportiva Catanzaro in serie B è una bella notizia per la Calabria e per tutto il Sud. Anche il mio governo regionale festeggia questo importante evento”

CATANZARO - "La promozione dell’Unione Sportiva Catanzaro in serie B è una bella notizia per la Calabria e per tutto il Sud. Anche il mio governo regionale festeggia questo importante evento. E lo fa, questo il nostro stile, in modo concreto. Già nelle scorse settimane - dopo un incontro con il presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso - avevo manifestato l’intenzione dell’amministrazione che ho l’onore di presiedere di finanziare l’adeguamento e la riqualificazione dello stadio ‘Nicola Ceravolo’ e delle aree adiacenti". E' quanto affermato in una nota dal presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, al termine di un incontro alla Cittadella regionale insieme al presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso e al presidente del Catanzaro Calcio, Floriano Noto.

"La messa a norma dell’impianto sportivo è indispensabile per consentire al Catanzaro di poter disputare in casa, e dunque nella propria città, le partite del prossimo campionato cadetto 2023-2024. Per tali motivi oggi ho convocato una riunione di Giunta, durante la quale abbiamo deliberato un primo e immediato stanziamento di 3 milioni di euro, destinati al Comune guidato dal sindaco Nicola Fiorita, per avviare da subito i lavori. E siamo pronti, nelle prossime settimane, a intervenire nuovamente per reperire gli ulteriori 6 milioni di euro necessari per portare a compimento le opere previste. In tarda mattinata ho incontrato, presso il mio ufficio alla Cittadella, il presidente Mancuso - grande sostenitore di questa iniziativa - e il presidente dell’US Catanzaro, Floriano Noto, per comunicare ufficialmente loro questa decisione della Giunta regionale. Con impianti adeguati, con il coinvolgimento delle energie migliori del nostro territorio, con la passione dei tifosi, puntiamo - ha concluso Occhiuto - a rilanciare la Calabria anche nello sport".

“Non li sprecheremo questi tre milioni di euro. La differenza con il passato dovremo farla noi, nella nostra capacità di spendere al meglio i finanziamenti, con una rigorosa programmazione degli interventi e un rigido rispetto dei tempi. Non è la prima volta che il Comune di Catanzaro riceve dalla Regione consistenti finanziamenti per lo stadio Ceravolo. Lo avevano fatto le giunte Loiero (due milioni) e Scopelliti (cinque milioni), ma quei soldi furono spesi davvero male dal Comune”, ha detto invece il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita.

“Io ringrazio sinceramente il presidente Roberto Occhiuto e il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso per questo segnale di attenzione verso il Capoluogo.
Ora tocca a noi. Siamo già pronti: lunedì incontrerò il presidente Floriano Noto per concordare le modalità dei primi interventi urgenti per garantire il corretto svolgimento delle gare interne del prossimo campionato di serie B, mentre la somma di tre milioni sarà iscritta in entrata nel bilancio di previsione in modo da poter espletare le procedure di affidamento dei lavori relativi ad illuminazione, manto erboso e sala Var. Sarà una corsa contro il tempo ma ce la faremo – ha concluso il sindaco di Catanzaro -. Successivamente, quando arriveranno gli ulteriori 6 milioni, procederemo ad una progettazione di qualità per cambiare volto al Ceravolo e dare ai nostri tifosi un impianto degno delle ambizioni delle Aquile”.