Diminuiscono sensibilmente gli incendi

Nell’anno in corso in Calabria si è registrata una sensibile riduzione del numero dei roghi rispetto al 2021, con un aumento del numero delle persone segnalate 

Sono questi alcuni dei dati più significativi del bilancio dell’Arma dei Carabinieri, presentati nei giorni scorsi con il presidente Occhiuto

CATANZARO - Nell’anno in corso in Calabria si è registrata una sensibile riduzione del numero degli incendi rispetto al 2021, con un aumento del numero delle persone segnalate all’autorità giudiziaria per reati contro il patrimonio forestale e boschivo.

Sono questi alcuni dei dati più significativi del bilancio dell’Arma dei Carabinieri nell’attività di contrasto agli incendi, dati presentati in una conferenza stampa alla presenza del comandante della Legione Carabinieri Calabria, generale Pietro Salsano, affiancato dal comandante regionale Carabinieri forestali, colonnello Giorgio Borrelli, e del presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto. 

L’attività di contrasto agli incendi nel 2022 infatti è stata effettuata nell’ambito di una campagna di prevenzione e di lotta fondata su un accordo di collaborazione, siglato a giugno, tra l’Arma dei Carabinieri e la Regione Calabria. Dai dati emerge anzitutto la contrazione complessiva del numero degli incendi in Calabria nel 2022 rispetto al 2021: in provincia di Catanzaro sono stati 94 (-33%), in provincia di Cosenza 315 (-12,5%), in provincia di Crotone 140 (-75%), in provincia di Reggio Calabria 67 (-41%), mentre l’unica provincia ad aver registrato più incendi quest’anno è stata Vibo Valentia (60, rispetto ai 44 del 2021). Diminuiti anche gli ettari di aree boscate colpite e distrutte dagli incendi: -91% in provincia di Catanzaro,-71% in provincia di Cosenza, -90,8% in provincia di Reggio Calabria, -27% in provincia di Vibo Valentia, unica eccezione la provincia di Crotone (+177,6% nel 2022). 

Quanto all’attività di contrasto, in Calabria nell’anno in in corso sono stati accertati 205 illeciti, sono state segnalate all’autorità giudiziaria 22 persone, delle quali 4 sono state arrestate, mentre le persone sanzionate sono state 239, i controlli totali sono stati 2.230, il valore delle sanzioni comminate è stato di oltre 163mila euro. Le forze impiegate nella campagna antincendi in Calabria sono state la Protezione civile e Calabria Verde, per la Regione, e i Carabinieri territoriali e forestali con il supporto dello squadrone Cacciatori e del reggimento a cavallo. Tra i mezzi impiegati droni, fototrappole, Gps, telefoni satellitari, termocamere e visori notturni.