Obiettivo “salute globale”, discutere per capire

E’ un approccio integrato di ricerca e azione che mira a dare pieno significato e attuazione a una visione della salute come stato di benessere bio-psico-sociale e come diritto umano fondamentale

“Global Health: una sfida per il futuro”, è il convegno che si terrà venerdì 28 aprile nella Casa delle Culture della Provincia di Catanzaro

CATANZARO - La “salute globale” è un approccio integrato di ricerca e azione che mira a dare pieno significato e attuazione a una visione della salute come stato di benessere bio-psico-sociale e come diritto umano fondamentale, nel quale salute e malattia sono considerate risultati di processi non solo biologici ma anche economici, sociali, politici, culturali e ambientali, trascendendo e superando le prospettive, gli interessi e le possibilità delle singole nazioni.

Questo nuovo paradigma, basato su ampie evidenze scientifiche e sulla conoscenza dei determinanti di salute (fattori comportamentali, socio-economici, culturali, ambientali, condizioni di vita e lavoro ecc. che influenzano lo stato di salute di un individuo o di una comunità), può essere applicato alla prevenzione, al trattamento delle malattie e alla promozione della salute a livello individuale e di popolazione.

Quella della “salute globale”, quindi, è una sfida da vincere soprattutto per le future generazioni, in un contesto ormai palese dei cambiamenti climatici, e di convivenza con i fenomeni pandemici.

 

Alla salute globale è dedicata la giornata formativa dal titolo “Global Health: una sfida per il futuro” che si terrà venerdì 28 aprile nella Casa delle Culture della Provincia di Catanzaro, organizzata dalla sezione Sud dell'Associazione Italiana degli Igienisti Industriali e Ambientali in collaborazione con la Direzione Sanitaria dell’ospedale Ciaccio De Lellis di Catanzaro e l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima del CNR e con la partecipazione del dipartimento di Prevenzione dell'Università di Bari, le cattedre di Veterinaria ed Igiene dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, il dipartimento DIMELIA dell'INAIL e la Società Italiana di Aerosol IAS. 

Considerata la complessità della tematica trattata, si è reso necessario un approccio multidisciplinare con il coinvolgimento di competenze trasversali tali da offrire un momento di confronto e di crescita in merito ad una tematica sempre più attuale, la giornata si articola infatti in quattro sessioni a partire dalle 9.30 sui seguenti temi: “Le variazioni climatiche, dinamiche, effetti, impatti”; “Protezione ambientale e salute umana le pandemie del terzo millennio”; “L’approccio one-health igiene industriale e ambientale”; “Mutazioni climatiche nell'ambito one-health”.

Il Convegno è gratuito ed è prevista la partecipazione di 100 figure professionali. Per iscriversi bisogna inviare la scheda d’iscrizione alla Segreteria Organizzativa affidata alla società “Present&Future” al numero 0961.744565 o tramite email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. All’evento sono stati attribuiti n. 7 crediti formativi per le figure professionali di: Medico chirurgo (tutte le figure) Biologo, Chimico, Fisico, Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, Veterinari e Infermieri.