Identità e orgoglio, la Meloni incorona la Ferro

La leader di Fratelli d’Italia a Catanzaro per lanciare e sostenere la corsa della parlamentare candidata sindaco in autonomia rispetto al resto del centrodestra

Meloni incorona la Ferro

La presidente di FdI: «Tutti la conoscono come amministratrice, politica, persona senza padroni, è l’unica che può dare risposte»

Identità, orgoglio e coerenza. Su questi tasti la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ha fortemente premuto per lanciare la corsa di Wanda Ferro, candidata sindaco di Catanzaro per FdI in autonomia rispetto al resto del centrodestra.
In un Teatro Comunale pieno di dirigenti e militanti del partito, come Michele Traversa, oltre che di big di alleati come il sindaco uscente Sergio Abramo, così la Meloni ha "incoronato" la Ferro:. «A Catanzaro si poteva lavorare su una candidatura che potesse rappresentare la compattezza del centrodestra e che riuscisse però a rappresentare anche le idee del centrodestra che è uno dei problemi che poniamo sempre nella coalizione. Dopodiché - ha aggiunto la Meloni - questo non è stato possibile e a noi pare, con tutte le difficoltà del caso, che partiamo comunque da un vantaggio. Tutti conoscono Wanda Ferro a Catanzaro. La conoscono come donna, come amministratrice, come politica, come persona legata a questa terra e che per questo può dare le risposte che servono. Una persona che non ha padroni e che non ha amici degli amici da accontentare.