I POTERI FORTI CONTRO IL PD CALABRESE

I POTERI FORTI CONTRO IL PD CALABRESE

Non avevo mai considerato la Ventura come candidata ideale del PD a presidente della Regione, l'avevo detto chiaramente che consideravo la scelta un secondo errore, dopo quello clamoroso fatto con Callipo.

La politica deve riprendersi il suo primato e deve smetterla di coltivare l'illusione che ripiegando sulla società civile si può mettere al riparo dagli attacchi strumentali di chi brandisce irresponsabilmente la clava dell'antipolitica per distruggere il sistema. Detto questo, però, non possiamo considerare come questo PD (che pure fa di tutto per dipingersi come un non-partito) sia talmente inviso ai poteri forti da scatenare dei veri e propri "colpi di stato". Colpo di Stato proditorio è stato quello che ha abbattuto Mario Oliverio, colpo di stato proditorio è questo che ha messo fuori gioco Maria Antonietta Ventura; la clava, in questo caso, è la sciagurata pratica delle "interdittive antimafia" che ha distrutto il tessuto produttivo del meridione.

In Calabria c’è la criminalità organizzata come c’è in qualunque angolo del mondo. Servono solo bravi investigatori che non procedano a teoremi, ma siano capaci di scovare le “tracce nel terreno” e che non abbiano altre mire se non quella del trionfo della giustizia, della legalità e della sicurezza dei cittadini.

Post Opinionisti