Regionali Calabria: “Parata di generali” per il lancio di Occhiuto

Regionali Calabria: “Parata di generali” per il lancio di Occhiuto

Le prime parole dell’aspirante governatore: «Non lasciatemi solo, ce la metterò tutta». Commosso ricordo della Santelli

«Non lasciatemi solo, io ce la metterò tutta». Così Roberto Occhiuto, capogruppo di Forza Italia, ha concluso la convention di Lamezia Terme per la presentazione della sua candidatura alla presidenza della Regione Calabria per il centrodestra. Per Occhiuto un “battesimo” nel più classico e roboante stile del centrodestra, che ha mobilitato tutti i suoi leader per lanciare la discesa in campo dell'aspirante governatore, che correrà in ticket con l'attuale presidente facente funzioni della Giunta regionale, Nino Spirlì, della Lega, indicato per la vicepresidenza: a suggellare l'evento infatti sono stati gli interventi in collegamento telefonico di Silvio Berlusconi per Forza Italia, in collegamento video di Giorgia Meloni per Fratelli d'Italia, e in presenza di Matteo Salvini per la Lega e di Antonio Tajani per Forza Italia, inoltre hanno portato i loro saluti anche Giovanni Toti di Coraggio Italia, Maurizio Lupi per Noi con l'Italia, Antonio De Poli per l'Udc, Vittorio Sgarbi per Rinascimento.

Molta commozione al ricordo di Jole Santelli, la governatrice scomparsa prematuramente, ricordata dalla platea con un minuto di raccoglimento e con un lungo applauso, e citato da tutti gli intervenuti, compresi i leader nazionali. «Con Jole Santelli si era vista una Calabria finalmente protagonista, Jole ha rappresentato una straordinaria stagione e non ho intenzione di utilizzarla come vessillo per la campagna elettorale», ha spiegato Occhiuto per il quale «la memoria della Santelli appartiene non solo a una classe politica ma a tutti i calabresi».

Edizione  Voce ai Giovani | La lettura integrale dell'articolo è riservato agli abbonati.

Post Opinionisti