Farmabusiness, chiesti 7 anni e 8 mesi per Domenico Tallini

L’ex presidente del consiglio regionale della Calabria è accusato di concorso esterno nel processo con rito abbreviato

CATANZARO – La Dda di Catanzaro ha chiesto sette anni e otto mesi di reclusione per Domenico Tallini, ex presidente del consiglio regionale della Calabria, al termine della requisitoria nel processo, con rito abbreviato, denominato Farmabusiness. L’inchiesta è incentrata sull’affare della vendita all’ingrosso di farmaci che sarebbe stata organizzata da componenti della cosca cutrese dei Grande Aracri i quali avrebbero investito i proventi delle attività illecite del clan con l’aiuto di sodali tra i quali imprenditori, esponenti politici e funzionari pubblici. In tutto sono state chieste 19 condanne dai 16 ai sei anni di reclusione.

Tallini è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso. A fare da collante tra i vari componenti del sodalizio, secondo l’accusa, sarebbe stato l’antennista catanzarese Domenico Scozzafava, accusato anche di associazione mafiosa, nei confronti del quale la Dda – rappresentata in aula dal procuratore aggiunto Vincenzo Capomolla e dal sostituto Domenico Guarascio – ha chiesto 16 anni di reclusione. Imputati nel processo sono anche il fratello del boss Nicolino Grande Aracri, Domenico Grande Aracri, per il quale sono stati chiesti 6 anni di reclusione, la figlia del boss, Elisabetta, per la quale la richiesta è stata di 10 anni e la moglie, Giuseppina Mauro, nei confronti della quale la Procura ha chiesto la pena di 12 anni di reclusione

Continua la lettura sulla fonte ufficiale:

https://www.quicosenza.it/news/calabria/431943-farmabusiness-chiesti-7-anni-e-8-mesi-per-domenico-tallini

...continua la lettura sulla fonte ufficiale