Mafia: arrestato il superlatitante Matteo Messina Denaro ricoverato in una clinica privata per controlli

Colpo durissimo contro la mafia siciliana: il boss più ricercato di sempre, Matteo Messina Denaro, è stato arrestato nella notte a Palermo dai Carabinieri del Ros, dopo 30 anni di latitanza, all’interno della clinica privata La Maddalena di Palermo.

L’inchiesta che ha portato alla cattura del capomafia di Castelvetrano (Tp) e che è frutto di anni di lavoro è stata coordinata dal procuratore di Palermo, Maurizio de Lucia, e dal procuratore aggiunto, Paolo Guido.

Dopo il blitz nella struttura ospedaliera privata a Palermo, l’ultimo dei grandi latitanti, come ricostruisce l’Ansa,  è stato trasferito in una località segreta. Denaro, a quanto si apprende da fonti investigative, faceva periodicamente controlli in quella struttura, che la scorsa notte durante il blitz del Ros era stata messa in sicurezza con diverse decine di uomini per tutelare tutti gli altri pazienti. Quando è stato arrestato, Messina Denaro non era allettato ma si stava facendo i controlli.

Una grande vittoria dello Stato che dimostra di non arrendersi di fronte alla mafia“: così il presidente del Consiglio Giorgia Meloni commenta la notizia dell’arresto di Matteo Messina Denaro. “All’indomani dell’anniversario dell’arresto di Totò Riina, un altro capo della criminalità organizzata viene assicurato alla giustizia.”

(Associated Medias) – Tutti i diritti sono riservati

Continua la lettura sulla fonte ufficiale