Lega, Saccomanno «doveva venire Salvini ad impegnarsi per il nostro territorio»

Il commissario regionale della Lega, Saccomanno: “Per la prima volta in Calabria la politica nazionale si interessa alle infrastrutture per le quali vi è stata, per oltre 30 anni, una continua presa in giro”

CATANZARO – “Tanti annunci e poca concretezza. Dal ponte all’alta velocità, dal completamento dell’autostrada alle inaugurazioni simulate, dal rigassificatore alla SS. 106: tante promesse quasi sempre mai mantenuteMatteo Salvini, con coerenza e integrità morale, ha annunciato determinate cose in campagna elettorale e solo dopo qualche settimana dalla formazione del Governo ha affermato che ci sarà un forte finanziamento per tale ultima opera”.  Sono le parole del Commissario Regionale della Lega, l’avv. Giacomo Francesco Saccomanno che spiega: “polemiche tante, concretezza zero per chi vuole solo fomentare queste: come può un intervento strutturale del genere entrare in una manovra urgente per sostenere il momento difficile in cui vive l’Italia, le famiglie, le imprese e i pensionati?”.

“È di notoria conoscenza che la manovra serve per fronteggiare condizioni di estrema urgenza (come ad esempio, per come accaduto, il contrasto al caro energia per famiglie ed imprese e tante altre misure indirizzate a impedire gravi sofferenze di tali settori), nel mentre le infrastrutture e il sostegno alla crescita, trattandosi di provvedimenti strutturali, dovranno entrare in provvedimenti che non sono, certamente, quelli d’urgenza. Le regole sono regole e non si possono calpestare per accontentare questa o quella informazione, certamente non libera ed oggettiva”.

“Il Ministro delle Infrastrutture, correttamente e nel rispetto della legge, ha annunciato che – spiega Saccomanno – nella manovra di bilancio, che dovrà chiudersi a brevissimo, vi sarà un intervento importante per il completamento della SS. 106. Questa la volontà politica, che dovrà, poi, confrontarsi con le risorse esistenti ed evitare, comunque, pericolosi scostamenti di bilancio. Fare polemiche su questa corretta azione è, veramente, intollerabile”.

“Il dato sul quale soffermarci è uno solo: per la prima volta, dopo qualche mese dalla formazione del Governo, si parla concretamente delle infrastrutture calabresi e si indicano le strade da percorrere. Cosa mai successa nei 30 anni precedenti. Anzi, per quanto riguarda la SS 106, vi sono zone dove ancora mancano i progetti. Ci chiediamo: cosa hanno fatto i Governi precedenti in oltre 30 anni? La risposta è sotto gli occhi di tutti: nulla di serio. Oggi, ripetesi per la prima volta, grazie al Governo attuale, alla Lega ed a Matteo Salvini si parla concretamente della realizzazione di un’opera fondamentale come la SS 106 – conclude – e le polemiche vengono restituite tutte al mittente”.

...continua la lettura sulla fonte ufficiale