Medicina all’Unical, nove consiglieri di Catanzaro presentano un esposto

La polemica non si placa e nove consiglieri catanzaresi hanno presentato un esposto per bloccare l’istituzione della facoltà di Medicina a Cosenza

CATANZARO – Nove consiglieri comunali di Catanzaro (Vincenzo Capellupo, Gregorio Buccolieri, Annunziato Belcaro, Sergio Costanzo, Luigi Levato, Danilo Sergi, Fabio Celia, Igea Caviano e Stefano Veraldi) con l’avv. Francesco Pitaro, hanno notificato un esposto al Presidente del Consiglio dei Ministri, ai Ministri dell’Università e Ricerca e della Salute nonché al Prefetto di Catanzaro in merito all’attivazione di un’altra facoltà di medicina all’Unical e alla mancata attivazione dell’azienda Dulbecco di Catanzaro.

Nell’atto i consiglieri hanno “stigmatizzato l’attivazione costosa e inutile e dannosa di un altro corso di facoltà di medicina, che è illogica e immotivata, ed hanno censurato e segnalato la condotta omissiva e inadempiente di coloro che, in violazione della LR. N. 33/2021 e dei termini in essa indicati, non hanno proceduto ad oggi alla dovuta e necessaria stipula del protocollo d’intesa pur sussistendone tutte le condizioni e tutti i presupposti”. 

Con l’atto i consiglieri comunali hanno chiesto “con riferimento all’attivazione della terza facoltà di Medicina e Chirurgia all’Unical che il Presidente del Consiglio dei Ministri e il Ministro dell’Università e della Ricerca e il Ministro della Salute adottino, previo svolgimento di ogni dovuto atto istruttorio, ogni necessario e dovuto intervento politico e/o amministrativo al fine di arrestare il tentativo dell’Unical di istituire un nuovo ed inutile corso di Medicina e Chirurgia che indebolirebbe la già strutturata e consolidata facoltà di Medicina dell’UMG e la cui istituzione sarebbe completamente illogica ed immotivata ponendosi in violazione della logica di sistema e complementarità che sussiste e deve sussistere tra le Università della stessa regione”.

“Con riferimento alla mancata stipula del protocollo d’intesa relativo all’azienda ospedaliero universitaria Renato Dulbecco di cui alla L.R. N. 33/2021 che il Presidente del Consiglio dei Ministri e il Ministro dell’Università e della Ricerca e il Ministro della Salute attivino con prontezza e tempestività tutti gli strumenti diretti a sollecitare ai soggetti, al momento inerti e omissivi e inadempienti, di cui alla LR 33/2021, la sottoscrizione del protocollo d’intesa. Inoltre, sempre con riferimento all’azienda Renato Dulbecco che, in applicazione dell’art. 6 comma 4 d.lgs. 502/1992, essendo decorso il termine di 12 mesi indicato nella LR N. 33/2021, intervenga il Presidente del Consiglio dei Ministri per l’approvazione dell’accordo su proposta dei Ministri della sanità e dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica al fine di rendere concretamente operativo il polo sanitario Renato Dulbecco a tutela della salute dei calabresi”.

...continua la lettura sulla fonte ufficiale