NEWS CALABRIA

Concorso Centri per l’impiego Calabria: 47mila domande per 568 posti. Date, sedi e prove

Presentato il concorso per le assunzioni di personale per potenziare i Centri per l’Impiego della Calabria. Si svolgerà in due step

CATANZRO – Oltre 47mila domande per 568 posti. Sono questi i numeri del maxi concorso per le assunzioni nei Centri per l’Impiego indetto dalla Regione Calabria e che sono stati presentati oggi, nella sede della Giunta Catanzaro, in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, il presidente del Formez, Alberto Bonisoli e l’assessore regionale al Personale, Filippo Pietropaolo. Un concorso che non ha eguali nella storia della Regione né sul piano numerico né sulle procedure, affidate al Formez con la vigilanza della Guardia di Finanza per evitare le interferenze della politica e per garantire la massima trasparenza e l’applicazione del criterio del merito per la selezione dei vincitori. I

Prime prove il 2,3 e 4 agosto. Le altre a settembre

Il concorso per le assunzioni nei Centri per l’Impiego si svolgerà in due step: le prime prove scritte sono in programma il 2, 3 e 4 agosto, le altre entro settembre (LEGGI). “L’obiettivo del concorso – ha spiegato l’assessore regionale Pietropaolo – è assumere 568 unità per i Centri per impiego: 31 di questi sono destinati alle categorie protette, gli altri sono tutti destinati a profili C e D, cioè senza o con la laurea. Per i profili C ci sono circa 177 posti e sono state presentate 25mila domande e per i profili D, invece sono stati presentate altre 18mila domande. Si tratta di un programma di potenziamento dei Centri per l’impiego che prevede non solo l’assunzione, ma anche la formazione presso i centri stessi”.

Occhiuto “Concorso del segno della trasparenza”

“Dal primo giorno del mio insediamento – ha detto Occhiuto – avevo promesso che avremmo avviato tutte le procedure di selezione utilizzando il Formez, con commissioni costituite direttamente dal ministero della Pubblica amministrazione, senza prove orali, in maniera tale che si annulli la discrezionalità e quindi si facciano concorsi il più trasparente possibile, e così è stato. E quindi oggi presentiamo questo concorso per i Centri per l’impiego: è un modo per dimostrare ai giovani calabresi che questo governo regionale vuole investire sul merito e sulla trasparenza ed è un modo anche per dimostrare al Paese che le istituzioni calabresi hanno l’intenzione di fare sul serio, cioè di qualificare l’apparato burocratico della Regione”.

Concorso sarà svolto in completo anonimato

A sua volta Bonisoli ha evidenziato: “E’ la prima volta che vengo in Calabria e sono molto contento di presentare questo concorso che porterà a un numero importante di assunzioni per la Regione. Siamo contenti della risposta che arriva dalla Calabria e in particolare vediamo che funziona bene anche l’accoglienza alla nuova modalità di svolgimento dei concorsi che – ha ricordato il presidente di Formez – stiamo utilizzando da alcuni mesi: abbiamo tolto la carta, c‘è la possibilità di svolgere il concorso con la garanzia del completo anonimato, abbiamo eliminato la possibilità di copiare e poi c’è la possibilità di accorciare i tempi in maniera importante introdotta l’anno scorso con la riforma dal ministro Brunetta”. Pietroapolo infine ha rilevato che “esternalizzando le attività al Formez abbiamo ottenuto la garanzia di uno svolgimento corretto del concorso. In più nei comitati di vigilanza abbiamo l’assistenza del Comando regionale della Guardia di Finanza, il cui supporto sarà impiegato per il presidio delle sedi concorsuali affinché – ha concluso l’assessore regionale al Personale – il concorso venga svolto senza nessuna interferenza”.

Numeri, profili e dati

AI concorsi per la Regione Calabria volti al potenziamento dei centri per l’impiego, gestiti da Formez PA, che bandiranno, complessivamente, 588 posti, 487 a tempo indeterminato e 81 a tempo determinato, si sono candidate 47.194 persone. Il numero totale dei profili professionali previsti è pari a 10 per 7 bandi in totale: specialista in servizi per il lavoro (è previsto in due bandi), analista del mercato del lavoro, specialista in comunicazione, specialista informatico, istruttore direttivo amministrativo finanziario (prevede anche un bando dedicato ai disabili), istruttore amministrativo contabile (prevede anche un bando dedicato ai disabili), e collaboratore professionale amministrativo.

Ad agosto cominceranno le prove concorsuali per il profilo di istruttore amministrativo contabile. Successivamente si procederà con gli altri profili. Per il profilo professionale di istruttore amministrativo contabile (diplomati) si sono candidati in 26.356 per un totale di 177 posti di categoria c, a tempo indeterminato e pieno, messi a bando. Le prove scritte si terranno in 6 diverse sedi e in 5 città: Reggio Calabria (RC), Rende (Cs) due sedi, Ficarella (Cz) (frazione di Lamezia terme), Crotone (Kr) e Vibo Valentia (Vv): dal 2 al 4 agosto, per due sessioni al giorno per un totale di 6 sessioni. Più nel dettaglio: per le due sessioni giornaliere che si svolgeranno in tutte le 6 sedi: a Catanzaro saranno convocati complessivamente 6423 candidati, a Reggio Calabria 7065 candidati, a Cosenza (Rende) sede 1, 5208 candidati, a Cosenza (Rende) sede 2, 4647 candidati, a Crotone 1329 candidati e a Vibo Valentia 1864 candidati.

La prova scritta, che si svolgerà in completa modalità digitale, consiste nella risoluzione di 40 quesiti a risposta multipla sulle materie indicate dal bando, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti. Il tempo a disposizione per lo svolgimento della prova scritta sarà di 60 minuti. La prova si intende superata se è raggiunto il punteggio minimo di 21/30. I candidati regolarmente iscritti on-line, che non abbiano avuto comunicazione dell’esclusione dal concorso e siano in regola con il versamento della quota di partecipazione, dovranno presentarsi per sostenere la prova scritta presso la sede d’esame, nel giorno e nell’orario indicati nel calendario allegato; non potranno essere ammessi a sostenere la prova scritta in una sede, data e/o in un orario diverso da quelli assegnati in relazione ai criteri indicati nel calendario allegato. La mancata presentazione nel luogo, nella data e nell’ora stabiliti per sostenere la prova scritta sarà considerata rinuncia e determinerà l’esclusione dalla procedura. Ogni candidato è convocato presso una delle sedi indicate nel calendario allegato.

MISURE PER LA TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA A FRONTE DELLA SITUAZIONE
EPIDEMIOLOGICA.

Relativamente alle misure di sicurezza e di contenimento del contagio da COVID-19, saranno poste in essere tutte le misure previste dall’ordinanza del Ministero della Salute 25 maggio 2022 “Aggiornamento del «Protocollo per lo svolgimento dei concorsi pubblici». Il Piano operativo previsto dal Protocollo sarà pubblicato almeno 10 giorni prima dell’inizio della prova scritta. E’ fatto obbligo ai candidati di rispettare scrupolosamente tutte le indicazioni contenute nel Protocollo e volte alla prevenzione e protezione dal rischio di contagio da Covid-19.
In caso di violazione delle misure per la tutela della salute pubblica a fronte della situazione epidemiologica, di seguito specificate, potrà essere inibito l’ingresso del candidato nell’area concorsuale e la commissione esaminatrice potrà disporre l’immediata esclusione dal concorso.

I candidati dovranno:
1) presentarsi da soli per evitare assembramenti;
2) non presentarsi presso la sede concorsuale se sottoposto alla misura dell’isolamento
come misura di prevenzione della diffusione del contagio da COVID-19;
3) indossare obbligatoriamente, dal momento dell’accesso all’area concorsuale fino all’uscita, i facciali filtranti FFP2 messi a disposizione dall’amministrazione organizzatrice.

È vietato il consumo di alimenti ad eccezione delle bevande, di cui i candidati potranno munirsi preventivamente. Durante la prova gli addetti al controllo dovranno sempre essere muniti di facciale filtrante FFP2, circolare solo nelle aree e nei percorsi indicati ed evitare di permanere in prossimità dei candidati a distanze inferiori a 1 metro.

Nell’area concorsuale sarà assicurata:

• la bonifica preliminare dell’area concorsuale nel suo complesso valida per l’intera durata
delle sessioni giornaliere;
• la pulizia giornaliera;
• la sanificazione e disinfezione, tra una sessione e l’altra e al termine delle stesse, delle aule concorso e delle postazioni dei candidati, ivi comprese le postazioni informatiche dei locali, degli ambienti, degli arredi, delle maniglie;
• la pulizia, sanificazione e disinfezione dei servizi igienici da effettuarsi con personale qualificato in presidio permanente, dotato di idonei prodotti; all’interno degli stessi sarà sempre garantito sapone liquido, igienizzante, salviette e pattumiere chiuse con apertura a pedale. I servizi igienici dovranno essere costantemente presidiati e costantemente puliti e sanificati, ovvero dopo ogni singolo utilizzo. L’accesso dei candidati potrà essere limitato dal
personale addetto, al fine di evitare sovraffollamenti all’interno dei suddetti locali.

 

ISTRUZIONI PER L’ACCESSO DEI CANDIDATI ALLA SEDE CONCORSUALE

I candidati ammessi a sostenere la prova scritta devono presentarsi puntualmente nella sede, nel giorno e nell’ora di cui al calendario d’esame, nel pieno rispetto di ogni misura socio-sanitaria di contrasto alla pandemia e di prevenzione e protezione dal rischio di contagio da COVID-19, muniti di:

a) copia stampata della lettera di partecipazione alla prova concorsuale. Tale lettera sarà inviata a ciascun candidato, qualche giorno prima della data in cui è convocato, all’indirizzo di posta elettronica indicato dal candidato stesso in sede di presentazione della domanda. La lettera di partecipazione sarà inviata dall’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e reca informazioni utili per la convocazione nonché un QRCODE indispensabile per l’accesso alla prova;

b)
documento di riconoscimento in corso di validità;
c) codice fiscale;
d) ricevuta rilasciata dal Sistema al momento della compilazione on line della domanda di ammissione;
e) autodichiarazione COVID da firmare in sede concorsuale (allegata al presente avviso e alla lettera di partecipazione).

FASE DI REGISTRAZIONE

Ad ogni candidato verrà apposto, in fase di ingresso nell’area concorsuale, un braccialetto con un QRCODE che dovrà essere mostrato agli operatori del check-in. Se il candidato dispone di tutti i documenti sopracitati, verrà guidato presso un desk di check-in dove l’operatore, dopo aver verificato i documenti, provvederà a consegnargli un tablet per lo svolgimento della prova. Il tablet verrà univocamente associato al candidato scansionando il braccialetto precedentemente apposto e la lettera di partecipazione. Una volta eseguita correttamente l’associazione, il tablet sarà consegnato al candidato, che sarà guidato dal personale di sala a prendere posto. Chiunque non dovesse disporre di uno dei documenti necessari, potrà recarsi, prima di effettuare il check-in, all’apposito desk di pre/check-in. Tutte le indicazioni relative allo svolgimento della prova concorsuale e all’utilizzo del tablet verranno fornite in sede d’esame.

INTRODUZIONE EFFETTI PERSONALI

Ai candidati è fatto assoluto divieto di introdurre bagagli nella sala delle prove concorsuali, salvo situazioni eccezionali da documentare. I candidati sono pertanto invitati a presentarsi con gli indispensabili effetti personali ed a premunirsi di generi di conforto (acqua) eventualmente contenuti in borsa/zainetto di piccole dimensioni. Ai candidati, prima di procedere alla fase di identificazione e registrazione, verrà richiesto, in una postazione dedicata, di spegnere i propri dispositivi elettronici (cellulari, tablet, smartwatch, auricolari) e di riporli all’interno di una Bag Shield, fornita dall’organizzazione e dotata di blocco antitaccheggio; così da impedire, durante la prova, la comunicazione dati con l’esterno.  I candidati porteranno con sé la Bag Shield, durante tutto il periodo della prova; essa verrà riaperta, nella stessa postazione dedicata, solo dopo aver effettuato il check-out e aver
riconsegnato il tablet al personale predisposto.

DEFLUSSO/CHECK-OUT

Al termine della prova concorsuale i candidati effettueranno il check-out seguendo le indicazioni del personale di sala, recandosi presso i desk utilizzati in fase di registrazione e riconsegnando il tablet all’operatore, il quale darà conferma al candidato dell’avvenuto invio della prova concorsuale. Gli esiti della prova scritta saranno resi pubblici accedendo alla propria area riservata sul sito www.formez.concorsismart.it., ove sarà possibile visionare il proprio elaborato e scaricare l’attestato di partecipazione. La violazione delle misure per la tutela della salute pubblica a fronte della situazione epidemiologica, sopra specificate, determina l’esclusione dal concorso.

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLA PROVA

Durata della prova

La prova scritta consiste nella risoluzione di 40 (quaranta) quesiti a risposta multipla sulle materie indicate dal bando con un punteggio massimo attribuibile di 30 (trenta) punti. A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio:
– risposta esatta: +0,75 punti;
– mancata risposta o risposta per la quale siano state marcate due o più opzioni: 0
punti ;
– risposta errata: -0,20 punti.

Il tempo a disposizione per lo svolgimento della prova scritta sarà di 60 (sessanta) minuti, cui andrà aggiunto un tempo aggiuntivo per i candidati che ne hanno diritto, determinato ad insindacabile giudizio della competente Commissione esaminatrice. La prova si intende superata se è raggiunto il punteggio minimo di 21/30.
Svolgimento della prova.

I candidati ammessi a sostenere la prova scritta hanno a disposizione una postazione informatica. Al termine del tempo previsto per la prova scritta, il sistema informatico interrompe la procedura ed acquisisce definitivamente le risposte fornite dal candidato fino a quel momento, fermo restando che fino all’acquisizione definitiva il candidato può correggere le risposte già date. La correzione degli elaborati avviene con modalità che assicurano l’anonimato del candidato, utilizzando strumenti digitali. Una volta terminate tutte le correzioni degli elaborati ed attribuite le relative valutazioni, si procede con le operazioni di scioglimento dell’anonimato con modalità digitali.

Durante la prova i candidati non possono introdurre nella sede d’esame carta da scrivere, pubblicazioni, raccolte normative, vocabolari, testi, appunti di qualsiasi natura e telefoni cellulari, calcolatrici, altri dispositivi mobili idonei alla memorizzazione o trasmissione dati o allo svolgimento di calcoli matematici, né possono comunicare tra loro. In caso di violazione di tali disposizioni la commissione esaminatrice può disporre l’immediata esclusione dal concorso. Per i candidati portatori di disabilità, sarà assicurata l’assistenza e predisposti gli eventuali ausili richiesti. La concessione e l’assegnazione di ausili e/o tempi aggiuntivi è determinata a insindacabile giudizio della commissione esaminatrice, sulla scorta della documentazione esibita inoltrata secondo le modalità indicate nel bando di concorso.

...continua la lettura sulla fonte ufficiale 

 

Post dell'autore

 

Quantcast